Scroll to top

HQ
Gallipoli - Via Unione Militare, 6
info@3mlab.it
Tel: +39 0833 26 45 11
P.IVA 04973000757

Collabora con noi
amministrazione@3mlab.it
Tel: +39 0833 26 45 11
Cell: +39 327 15 26 875

Social Mania: ora tutti su Facebook e Instagram

Se siete stati “obbligati” a prendere in considerazione i social media dalla digitalizzazione in atto, ecco chi scegliere e perché.

In questo periodo di digitalizzazione “forzata”, molti imprenditori, professionisti e altri operatori economici, sono stati proiettati in un mondo a loro quasi sconosciuto o che pensavano di poter eludere: il mondo digitale.
Sono ormai settimane che sentiamo parlare di digital transformation, partendo dalle semplici call e passando per lezioni, riunioni, corsi online, arrivando ai numerosi professionisti del settore che forniscono suggerimenti su come muoversi online.

Così anche noi di 3M LAB vogliamo cercare di offrire il nostro piccolo contributo, dando consigli e istruzioni utili ad aziende e professionisti che hanno appena cominciato a conoscere il mondo del digital, del web e dei social media.
Se hai deciso di essere vicino ai tuoi clienti tramite il web e non lo hai mai fatto prima, forse è il momento migliore per compiere questo passo.

Una delle cose fondamentali da cui partire è la scelta della piattaforma da utilizzare: avere un buon sito web, e raggiungere i propri clienti attraverso una newsletter programmata con cui confrontarsi su argomenti riguardanti il proprio settore o la propria azienda, sarebbe un ottimo punto di partenza.

Ma ipotizzando che si debba partire da zero la soluzione più semplice e immediata sarebbe aprire una pagina social. Il condizionale è d’obbligo perché la semplicità di questa azione è rappresentata dall’avere già a disposizione tutti gli strumenti necessari, che però bisogna essere in grado di utilizzare. Suggeriamo di fare, quindi, un’analisi del settore in cui si opera perché da questa scaturisce la scelta della piattaforma più adatta al vostro utilizzo. Aprire innumerevoli pagine sui diversi social network non ha né senso né una reale utilità per un utilizzo circoscritto a questo periodo. Ogni piattaforma ha una sua logica, dei contenuti e un copy dedicati. E, cosa più importante, ha bisogno di una strategia ad hoc. Insomma, è ovvio che se prendete in considerazione di percorrere quest’ultima strada bisogna rivolgersi a professionisti in grado di sviluppare questo tipo di progetto.

Andiamo quindi ad analizzare differenze e attitudini dei due social network principali e più utilizzati in Italia, Facebook e Instagram, in modo da poter capire quale può fare al vostro caso e scegliere il più adatto.

Partendo da Facebook, possiamo affermare che negli anni ha avuto uno sviluppo “istituzionale” rispetto alla versione originaria. Di conseguenza è la soluzione migliore per rappresentare istituzioni (pubbliche e private), società e aziende che hanno bisogno di comunicare continuamente con i propri clienti. Facendo qualche esempio: i media, le testate giornalistiche, strutture sanitarie e ricettive, musei, dovrebbero utilizzare Facebook.

Instagram, invece, può essere considerato un social nato con l’intento di essere il classico album fotografico che i nostri genitori e i nostri nonni hanno in casa per raccogliere tutti gli istanti della propria vita. Ovviamente col passare del tempo, e l’acquisizione da parte del colosso di Menlo Park, anch’esso ha avuto una minima conversione verso il social media marketing, dando però sempre priorità ai contenuti visivi. Per questo è un utilissimo strumento per tutte le attività che hanno la necessità di mostrare le loro creazioni, dalla più piccola gioielleria alla più grande azienda di moda.

Ovviamente, oltre ad essere presenti, in questo periodo bisogna anche fare molta attenzione a come lo si fa e a cosa si comunica, per non incappare in un effetto boomerang.
Comunicate variazioni dei servizi o prodotti. Raccontate come state cercando di ripartire, seguendo le direttive governative, sensibilizzate gli utenti a fare altrettanto. Mostrate come vengono sviluppati i vostri prodotti dietro le quinte. Proponente degli spunti su come passare del tempo in casa, collegando indirettamente il proprio servizio o prodotto. Fate delle dirette per discutere di argomenti in relazione al vostro servizio/prodotto.

Sono tutti modi per rimanere in contatto e mantenere alta l’attenzione degli utenti nei vostri confronti.

Infine, se avete appena iniziato e non avete grandi interazioni e/o conversioni, non preoccupatevi perché è tutto nella norma. Soprattutto per Facebook la copertura organica (utenti che un post può raggiungere senza sponsorizzazioni) è molto bassa, quindi costanza nella pubblicazione, qualità dei contenuti e Facebook Ads sono principi fondamentali per un buon ROI (Return Of Investment). Per far ciò dovreste quindi rivolgervi a dei professionisti del social media marketing. E ricordate che le pagine social non sono altro che il riflesso della vostra azienda. Pertanto, la online reputation non può discostarsi molto da quella offline.

Se avete bisogno di qualche informazione più dettagliata, vi invitiamo a contattarci sul nostro sito.

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

We use cookies to give you the best experience.